Qupzilla bookmarks sync script

Qupzilla è un browser leggero e multipiattaforma basato sul motore qtwebengine.
Il progetto è davvero interessante e il browser si comporta bene anche con portali complessi.
Una “carenza” del browser, rispetto ad altri più blasonati (Firefox e Chrome, ad esempio) è la possibilità di mantenere i segnalibri sincronizzati tra più client.
Ho creato quindi due script bash, uno per la configurazione guidata e uno che si occupa del sync.
Requisiti fondamentali da avere su tutti i client da sincronizzare sono:

  • OS Gnu/Linux
  • eseguibile kdialog installato
  • Demone cron attivo
  • Un client di spazio cloud configurato (DropBox, Box, Owncloud….)

La “sincronizzazione”, infatti, viene eseguita dal client locale a una directory, anch’essa locale ma sincronizzata con un servizio cloud.

Installazione e configurazione

Per “installare” il tutto basta scompattare lo zip allegato in calce all’articolo e copiare i due script in /usr/bin

[email protected]:~$ unzip qupsync-scripts.zip
[email protected]:~$ sudo cp qupbsync-* /usr/bin

Ora non resta che lanciare il comando qupbsync-setup come utente non privilegiato, e seguire le indicazioni a schermo per configurare la directory di sincronizzazione.
Al termine, il comando chiede di aggiungere una riga al proprio file di cron; tale riga serve appunto per far girare ciclicamente il secondo script (qupbsync-cron) che si occupa di mantenere il sync.
Per chi non sapesse come aggiungere tale riga a cron, il comando è:

[email protected]:~$ crontab -e

Perfetto? No

Lo script permette di mantenere sincronizzato il file bookmarks.json presente all’interno del profilo default di qupzilla, con queste limitazioni:

  • Se viene fatta una modifica su PC1 e su PC2 qupzilla è già aperto, le modifiche saranno visibili su PC2 solo dopo che è girato lo script di sync (ovviamente) e solo riavviando qupzilla
  • Non sono supportati profili diversi dal profilo default

Altri OS

Qupzilla è un browser multipiattaforma, quindi sarebbe interessante riuscire a creare degli script che permettano di mantenere sincronizzati i bookmarks anche in ambienti misti.
Per MacOSX credo che lo sforzo potrebbe essere abbastanza minimo, dato che “sotto il cofano” nasconde un sistema BSD (ma non ho installati MacOSX su cui provare).
In ambiente Windows è forse possibile creare script in PowerShell che ricostruiscano la logica di funzionamento degli script bash.

Download

Qubpsync-scripts.zip